I parabeni, questi sconosciuti...demoni, moda o terrorismo?

I parabeni, questi sconosciuti...che ormai da svariati anni sono accusati, incolpati, demonizzati per creare chissà quali danni alla persona, cosa sono? A cosa servono? Perché possono rientrare tra gli ingredienti dei nostri cosmetici preferiti? E perché quando compaiono, fanno storcere il naso al consumatore di turno che con la lente d'ingrandimento è tutto intento a comprendere ciascun componente dell'INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients)?

Sarà tutto vero quello che si dice sui parabeni oppure trattasi dell'ennesima teoria complottista? O di una moda? Oppure, ancora peggio, di terrorismo a danno di alcuni produttori cosmetici in favore di altri?
Sono tante e tali le domande che assillano i consumatori e gli addetti ai lavori che FraViva ha deciso di dedicare il suo spazio alla questione "parabeni".

I parabeni sono semplicemente dei conservanti che impediscono a batteri, microbi e funghi di proliferare nei nostri cosmetici e trucchi preferiti soprattutto in presenza di un ambiente umido e caldo come quello del bagno.
Sono tanti i conservanti che appartengono alla famiglia dei parabeni e di solito si caratterizzano per la desinenza finale "paraben": butilparaben, etilparaben, isobutylparaben, metilparaben, propilbaraben... in pratica onnipresenti nei nostri prodotti di bellezza da decenni.
Bene, direte voi...e fin qui...nulla di male, dove c'è l'aspetto negativo? Fanno un lavoro egregio nel proteggerci e difenderci da funghi e batteri...

...purtroppo però la storia non finisce qui... Negli ultimi tempi infatti, si è cominciato a discutere tra le autorità preposte alla sicurezza dei cosmetici, chimici, medici e uomini di scienza circa la loro possibilità di nuocere gravemente alla salute umana.

Il dubbio serio nasce dal fatto che i parabeni hanno la capacità di mimare gli estrogeni e quindi, assorbiti e metabolizzati dalla nostra pelle (che come abbiamo altre volte ribadito in questa e altre sedi è un organo e come tale, agisce da spugna capace di assorbire qualsiasi sostanza con la quale viene a contatto), potrebbero sconvolgere, data la loro particolare peculiarità,  il sistema endocrino di uomini e donne.

E allora, domande preoccupanti sono sorte legittime: c'è connessione tra il crescente aumento di cancro al seno e il fatto che molecole di parabene siano state trovate nella maggiorparte dei casi analizzati di tumore al seno, dimostrando la facilità con cui molecole di parabene possano trovarsi tra cellule cancerose?
C'è una connessione tra il calo del numero degli spermatozoi, l'aumento dei carcinoma mammari maschili e di cancro testicolare e il fatto che i composti chimici a base di parabeni (capaci di imitare gli estrogeni) sono assorbiti dalla nostra pelle potendo sconvolgere il sistema endocrino?

A queste domande purtroppo ancora non ci sono risposte, il dibattito scientifico va avanti ma seri motivi di preoccupazione rimangono.

In questa situazione molto nebulosa, contraddistinta da conferme e smentite, accuse e assoluzioni, FraViva la sua posizione l'ha presa...

...nel dubbio tutte le formulazioni dei cosmetici a marchio FraViva sono assolutamente prive di parabeni che sono stati completamente sostituiti da conservanti del tutto naturali.

Nessun commento:

Posta un commento